Napoli, allarme processionaria: attenti ai bambini

Napoli, allarme processionaria: attenti ai bambini

E’ il periodo della ‘processionaria’. Come spesso accade in questa stagione aumentano le segnalazioni dei cittadini circa la presenza di questo bruco dal pelo urticante. Ed infatti sono arrivati anche a Napoli i casi di infezioni da processionaria, subite sia da animali che da persone. La processionaria è un insetto che uccide le piante e che crea problemi e fastidi anche agli esseri viventi. Per gli animali, infatti, è particolarmente urticante, e per gli uomini è causa di gravi irritazioni della pelle. I soggetti più vulnerabili sono i bambini, per la loro innata curiosità, e i cani perché annusando il terreno possono venire a contatto con i peli urticanti.

A lanciare l’allarme, il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli e Gianni Simioli de La radiazza. “La processionaria è un insetto dannoso per le piante che, nei fatti, uccide, ma anche per le persone e gli animali per la peluria particolarmente urticante. I cani sono spesso costretti a interventi chirurgici, mentre per le persone le conseguenze sono irritazioni evidenti della pelle”. Per Borrelli e Simioli “tutte le Asl e i Comuni dovrebbero correre ai ripari”.

“Chiediamo all’Asl e al Comune di predisporre immediatamente interventi per combattere la presenza della processionaria perché ci sono stati segnalati diversi casi che hanno colpito, anche a Napoli, cani, costretti addirittura a essere operati al muso, e adulti e bambini, alle prese con dolorose irritazioni della pelle. Una signora ha inviato a La radiazza le foto delle conseguenze del contatto con l’insetto”,  hanno aggiunto.