Mugnano. Violenza sulle donne, presentato il progetto “Tessere il Futuro”

Mugnano. Violenza sulle donne, presentato il progetto “Tessere il Futuro”

Mugnano. E’ stato presentato questa mattina, nell’aula consiliare del Comune, il progetto Tessere il futuro – percorsi di empowerment per le donne di Casa Karabà. A promuoverlo è la cooperativa sociale Dedalus, da oltre 16 anni impegnata nel contrasto alla violenza sulle donne, il Comune di Mugnano e l’Associazione “Le Kassandre”.

Al convegno sono intervenuti Luigi Sarnataro, sindaco di Mugnano di Napoli; Chiara Marciani, assessore alle Pari Opportunità della Regione Campania; Rosaria Bruno, referente dell’Osservatorio Regionale Contro la Violenza sulle donne, Elena de Filippo, presidente della cooperativa sociale Dedalus; Elisabetta Riccardi, dell’Associazione Le Kassandre; Simonetta Marino, dell’Università Federico II;  Annamaria Scapicchio, del Consultorio Familiare Istituto Toniolo; Tania Castellaccio, coordinatrice del Progetto Tessere il futuro: “Dalla nostra esperienza pluriennale sul tema del contrasto alla violenza delle donne, abbiamo rilevato quanto sia importante investire sull’inserimento lavorativo delle donne maltrattate. L’indipendenza economica è, infatti, il vero volano della libertà e dell’autodeterminazione delle donne.  Attraverso il finanziamento del Dipartimento Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri  – conclude la coordinatrice del progetto – attraverso il finanziamento del Dipartimento Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, sarà possibile sostenere le donne nei loro percorsi di uscita dalla violenza attraverso strumenti quali l’orientamento al lavoro e tirocini lavorativi retribuiti per sei mesi al fine di rafforzare e creare competenze spendibili nel mercato del lavoro”.

L’iniziativa ha visto la partecipazione di numerosi operatori del settore, in primis assistenti sociali e operatrici dei centri antiviolenza. “Un incontro proficuo, durante il quale sono state presentate le azioni da mettere in campo per consentire alle donne vittima di violenza fisica e psicologica di riappropriarsi della propria vita – dichiara il sindaco Luigi Sarnataro – Il nostro territorio è da sempre molto attento e sensibile al tema. Non a caso Casa Karabà, che si trova a Mugnano, è l’unico centro di accoglienza presente in un territorio vastissimo qual è l’area nord di Napoli  Come Comune promuoveremo una serie di seminari sul tema rivolti a stakeholder locali. L’obiettivo è quello di creare una rete interistituzionale dell’area a nord di Napoli contro la violenza maschile sulle donne”.