Mugnano si stringe intorno ai familiari di Gabriella: “Lassù c’è un angelo in più”

MUGNANO. Fiaccole e palloncini per Gabriella Cipolletta questa sera a Mugnano. L’intera cittadinanza, con una fiaccolata, si è stretta intorno alla famiglia della 19enne morta dopo un’interruzione volontaria di gravidanza. 

Centinaia di persone si sono riunite fuori la chiesa di San Giovanni per chiedere giustizia, per chiedere la verità su quanto accaduto alla giovane Gabriella. Uno striscione portato da amici e parenti con su scritto “Malasanità? Gabry, lassù un angelo in più” era in testa alla fiaccolata. Familiari, amici e anche semplici cittadini hanno voluto far sentire la loro vicinanza alla famiglia colpita dall’immenso dolore. 

La mamma questo pomeriggio nel corso della conferenza stampa ha ribadito: “Mia figlia era sana, voglio giustizia, se qualcuno ha sbagliato deve pagare”. Al momento si attende l’esito dell’autopsia sul corpo della giovane.