Mottola attacca Carpentieri: “L’estate è finita, ma per i melitesi non è mai cominciata”

Mottola attacca Carpentieri: “L’estate è finita, ma per i melitesi non è mai cominciata”

Melito. Abbiamo atteso sino ad oggi prima di esprimere il nostro punto di vista su quello che si è dimostrato essere l’ennesimo fallimento di questa amministrazione.

Nei mesi scorsi pubblicamente era stata sbandierata ai quattro venti una rassegna di eventi estivi che di fatto non è mai cominciata. Bastava davvero poco per dare un segnale a questa città, ma ancora una volta il sindaco Venanzio Carpentieri e la sua squadra di governo hanno dimostrato di essere totalmente inadeguati a ricoprire i ruoli istituzionali che oggi occupano.
Il primo cittadino nei mesi estivi probabilmente non riusciva da solo a tenere ferma una poltrona sempre più traballante e per farlo ha dovuto chiedere l’aiuto dei suoi assessori che hanno sposato totalmente la causa al punto da dimenticare di organizzare eventi estivi in una città che nei mesi di giugno, luglio ed agosto è apparsa più morta e rassegnata che mai.
In questi anni (è sempre utile ricordare che Carpentieri amministra Melito da oltre cinque anni) hanno giustificato la mancanza di programmazione con la scusa delle difficoltà economiche dell’ente, eppure gli sprechi sono stati innumerevoli. Probabilmente gli amministratori sarebbero stati più apprezzati se avessero pubblicamente ammesso di essere totalmente inadeguati alla causa, invece di arrampicarsi continuamente sugli specchi pur di difendere ‘stipendiuccio’ ed una visibilità mai avuta prima.
Finita l’estate ci auguriamo che Carpentieri ed i suoi fedelissimi, sempre meno visto che il partito che rappresenta lo ha pubblicamente abbandonato, possano fare un regalo natalizio anticipato ai cittadini melitesi, rassegnando le dimissioni e dando così la possibilità ai cittadini di tornare al voto dopo un quinquennio contraddistinto dal nulla assoluto.
Il capogruppo di opposizione – dott. Luciano Mottola