“Morto un terrone, sono felicissimo”, le frasi shock di un torinese nei confronti di un 17enne deceduto

“Morto un terrone, sono felicissimo”, le frasi shock di un torinese nei confronti di un 17enne deceduto

Un 17enne è morto in un incidente a Siracusa qualche giorno fa. Disperazione della famiglia e della comunità tutta che si stringe attorno ad una vita stroncata dalla strada. Qualche chilometro più a nord qualcuno non la pensava così però ed ha deciso di scrivere su facebook, tramite un profilo falso, tutta la propria ignoranza: “Sono felicissimo, un terrone in meno da mantenere. quando vedo queste immagini e so che nella bara c’è un terrone ignorante, godo tantissimo: peccato che ero al Nord, altrimenti avrei cagato su quella bara bianca. Buonasera terroni merdosi. Non è morto nessun altro di voi oggi?”

Delle frasi shock che purtroppo, troppo spesso si sentono e si leggono sui social network in quella che è una piaga sociale tipica di questa nazione. Teleclubitalia da anni denuncia episodi di razzismo nei confronti dei napoletani e dei meridionali tutti con delle puntate speciali di Club Napoli All News ma nulla si è fatto, soprattutto in ambito sportivo dove tanti bambini imparano crescendo.

L’uomo in questione non è però un bambino però perché il Nucleo investigativo Telematico ha denunciato queste frasi alla Procura di Siracusa per diffamazione aggravata da odio razziale e l’uomo è stato quindi raggiunto dall’ordinanza, identificato e gli hanno sequestrato il computer. Una vicenda che i procuratori hanno definito “Disumana”.