Morto al Loreto mare, Vincenzo De Luca: “Massimo rigore”

Morto al Loreto mare, Vincenzo De Luca: “Massimo rigore”

Massimo rigore. E’ quanto promette il governatore della Campania in merito alle tragedia del giovane morto dopo una lunga attesta al pronto soccorso nella notte tre il 16 ed il 17 agosto. Il ragazzo di Torre del Greco era in attesa di un esame dopo un incidente stradale avvenuto ad Ercolano. Sul caso indagano Procura di Napoli con il supporto dei carabinieri del Nastro, Ministero della Salute che ha inviato ispettori da Roma ed Asl.

“In merito al recente drammatico caso della morte del 23enne Antonio Scafuri, verificatasi a Napoli all’ospedale Loreto mare, – dice il presidente Vincenzo De Luca – prosegue il rigoroso lavoro di indagine interna disposto per verificare circostanze e le eventuali responsabilità. Fermo restando le conclusioni delle verifiche, per quello che già oggi emerge, sono stati evidenziati profili che appaiono intollerabili e per i quali – ha annunciato De Luca – si procederà, come annunciato, con estremo rigore sul piano disciplinare. Altrettanto in merito all’episodio registrato il 5 agosto scorso alla stazione di Napoli Centrale, dove si è verificato il decesso di un uomo mentre si attendeva l’ambulanza.”