Morte di Alessandra, nuovi dettagli dall’autopsia: la ragazza morta per lesioni al cranio

Morte di Alessandra, nuovi dettagli dall’autopsia: la ragazza morta per lesioni al cranio

Si continua ad indagare sulla morte di Alessandra Madonna, la 24enne di Melito morta venerdì scorso dopo essere stata trascinata dall’auto del suo ex fidanzato, Giuseppe Varriale.

In seguito all’esame autoptico è stato appurato l’assenza di lesioni agli organi interni mentre appaiono ben visibili ferite al cranio, forse responsabili del decesso della 24enne. Ma per sapere con certezza i risultati definitivi dell’autopsia bisognerà aspettare non più di una settimana. A dare la notizia è Il Mattino.

Al momento questi risultano essere i  primi elementi emersi dal reperto autoptico eseguito ieri pomeriggio presso l’Istituto di Medicina Legale del Secondo Policlinico di Napoli. All’autopsia erano presenti anche i periti della Procura di Napoli e gli avvocati delle famiglie Madonna e Varriale, mentre all’esterno dell’obitorio attendevano circa quaranta persone tra familiari e amici della vittima.

Al termine delle operazioni il cadavere è stato trasportato al nosomonio dove è stata allestita una camera ardente. La cerimonia funebre verrà celebrata questa mattina alle 11 nella chiesa Santa Maria delle Grazie di Melito. Il Sindaco di Melito, Antonio Amente, ha proclamato il lutto cittadino: le attività lavorative in tutti gli uffici pubblici verranno sospese alle 11 e si proseguirà al termine del rito funebre.

Melito, tutta la città in silenzio per i funerali di Alessandra: malore per una parente