Minacciavano le vittime con un Taser, presa banda di rapinatori. VIDEO

Minacciavano le vittime con un Taser, presa banda di rapinatori. VIDEO

La Polizia di Stato del Reparto Prevenzione Crimine Campania con la collaborazione del Commissariato di P.S. Vicaria Mercato, dopo un lungo inseguimento nel centro della città, ha catturato un banda di tre rapinatori, di cui due minorenni, ovvero il ventenne De Filippo Salvatore junior, e i diciassettenni V.G. e S.G.. I malfattori avevano rapinato poco prima un giovane che aveva appena terminato l’esame dii maturità, servendosi di un TASER.

Nel corso del servizio di controllo del territorio una pattuglia del Reparto Prevenzione Crimine Campania lungo il Corso Garibaldi ha notato una autovettura Lancia Y provenire dall’opposto senso di marcia, con a bordo tre individui. Alla vista degli operanti l’autovettura ha improvvisamente accellerato, salendo con le ruote sul marciapiede e collidendo con un veicoli in sosta, per poi svincolarsi e darsi alla fuga in direzione della Stazione Marittima. Nel frangente veniva lanciato in strada un telefono cellulare di coloro nero, che i poliziotti prontamente recuperavano.

Iniziava dunque un inseguimento, in occasione del quale venivano fatti convergere altri equipaggi, e l’auto in fuga dopo una rocambolesca fuga veniva raggiunta e bloccata. All’interno dell’auto veniva rinvenuto e sequestrato uno strumento simile ad TASER, realizzato modificando una normale torcia in metallo, da cui fuoriuscivano diversi cavi elettrici, utilizzato all’evidente scopo di intimidire la vittima.

I poliziotti analizzavano dunque la cronologia delle telefonate del cellulare recuperato e risalivano al proprietario, che risultava essere un giovane, rapinato poco prima nella via Baku’, appena terminati gli esami di maturità, da tre giovani poco più piccoli di lui, giunti a bordo di uno scooter, che veniva successivamente rinvenuto nei pressi dell’abitazione di uno dei tre soggetti fermati. In sede di denuncia il giovane riconosceva lo strumento sequestrato, utilizzato dai tre giovani all’atto della rapina.

I tre giovani sono stati quindi arrestati per rapina aggravata e resistenza a pubblico ufficiale. Il De Filippo è stato associato presso la Casa Circondariale di Poggioreale, mentre i due minori sono stati condotti presso il Centro di Accoglienza di Napoli- Colli Aminei, in attesa dell’interrogatorio di convalida.