Milano, turista violentata nel taxi abusivo: stupratore incastrato dalle telecamere

Milano, turista violentata nel taxi abusivo: stupratore incastrato dalle telecamere

Ancora un episodio di violenza. E di nuovo la vittima è una donna. Arriva da Milano questa triste storia con protagonista una turista canadese, violentata domenica sera da un uomo che si è spacciato come dipendente di una ditta di auto a noleggio con conducente.

Secondo la ricostruzione del quotidiano Repubblica, come riportato anche da Il Mattino, i fatti si sarebbero consumati all’altezza di viale Monza,  non lontano dal centro cittadino, quando la donna è salita a bordo dell’auto per dirigersi a Lampugnano e di lì prendere un autobus per Venezia.

Il finto autista l’ha invece condotta a Crescenzago, in periferia, e in quel luogo isolato l’ha violentata. Dopo che l’uomo si è allontanato la turista ha dato l’allarme col suo cellulare ed è stata condotta alla Clinica Mangiagalli dove gli accertamenti hanno confermato la violenza sessuale.

Il giorno dopo gli inquirenti hanno provato a ripercorrere con lei il tragitto partendo proprio da viale Monza, ma la donna ha avuto un crollo emotivo.

Sul caso indagano i Carabinieri della compagnia di Porta Monforte di Milano, i quali stanno passando al setaccio le telecamere di videosorveglianza della zona e, grazie anche ad un descrizione sommaria fornita dalla vittima, stanno cercando di identificare l’uomo che, non si esclude, sia stato protagonista in passato di episodi analoghi.