Messico, attentato al BPM festival a Playa del Carmen: 5 morti. VIDEO

Messico, attentato al BPM festival a Playa del Carmen: 5 morti. VIDEO

Una sparatoria alla discoteca Blue Parrot di Playa del Carmen ha fatto precipitare nel terrore il BPM Festival (VIDEO). Forse si tratta di un attentato. A perdere la vita almeno 5 persone, tra cui un milanese, Daniel Pessina. Almeno 15 i feriti.

La notizia è cominciata a circolare sui social di decine di profili. Decine di migliaia i turisti che si trovavano a Playa Del Carmen, in occasione della decima edizione del BPM, evento che attrae decine di dj internazionali. La sparatoria è avvenuta quando in Yucatàn erano del 3 del mattino, mentre un’altra sarebbe avvenuta al The Jungle, che ospitava un altro evento del Festival.

Il DJ scozzese Jackmaster è stato il primo a twittare: “Qualcuno è entrato nella discoteca di Playa Del Carmen ed ha aperto il fuoco. 4–5 i morti e molti i feriti. State nei vostri fottuti hotel se siete qui al BPM”.

Oltre a Daniel Pessina, sarebbero morti anche 2 canadesi, responsabili della sicurezza del locale, un colombiano e una donna, vittima della calca durante la fuga. L’autore della sparatoria, il cui movente è ancora sconosciuto, ha anche ferito nove persone. Quattro sono invece i fermati in seguito dalla polizia e la loro posizione è al vaglio delle autorità per ricostruire il loro coinvolgimento nella sparatoria.

A confermare la notizia poco fa anche la pagina del BPM con un post su Facebook. “E’ con grande tristezza che confermiamo quanto riportato dalla polizia: un tiratore solitario al di fuori della discoteca Blue Parrot a Playa Del Carmen in data odierna ha provocato quattro morti e dodici feriti. La violenza ha avuto inizio nella dodicesima strada di fronte al club e tre membri del team di sicurezza BPM sono stati tra coloro le cui vite sono state perse durante il tentativo di proteggere gli avventori all’interno del locale.

Il Festival BPM ha lavorato a stretto contatto con le autorità locali (Seguridad Publica / Policia Turistica) in tutto il festival per garantire la sicurezza pubblica e la sicurezza per tutti i visitatori. Siamo sopraffatti dal dolore su questo atto insensato di violenza e stiamo collaborando pienamente con le forze dell’ordine e le amministrazioni locali affinché continuino la loro indagine”.

Nel video che vi mostriamo si sente il rumore degli spari e il panico che si scatena in strada e all’interno del locale. Una donna è a terra, forse ferita. Non è chiara la natura dell’attacco ma più che la matrice terroristica si batte quella dello scontro tra narcos.