Melito, protesta al Liceo Kant. L’amministrazione: “Strumentale e fuori luogo”

Melito, protesta al Liceo Kant. L’amministrazione: “Strumentale e fuori luogo”

Melito. Questa mattina, un gruppo di liceali dell’istituto melitese “I.Kant” ha raggiunto il cortile della Casa Comunale per protestare contro la presenza di un deposito di amianto.

Negli Uffici di Via Salvatore di Giacomo, l’Assessore Dominique Pellecchia e il Dirigente Mario Oscuratohanno ricevuto una delegazione degli studenti per fornire loro chiarimenti utili a comprendere ogni aspetto della questione. In data 4 novembre 2016, a seguito di segnalazione del Comando, gli Ufficiali di polizia locale effettuavano sopralluogo ed accertavano la presenza di uno sversamento illegale in Via Matteotti attivando le procedure per la rimozione dei rifiuti pericolosi.

In pari data, i cumuli di lastre venivano posti in sicurezza a cura di una ditta specializzata. In particolare la Ditta provvedeva ad apporre il fissativo rosso per l’eliminazione delle fibre disperse nell’aria e ricopriva le lastre con teli di polietilene.

L’intera area veniva delimitata con nastro di sicurezza indicante il pericolo per evitare il passaggio pedonale. Successivamente la Ditta ritornava sul posto per ricoprire nuovamente i rifiuti con un nuovo telo in polietilene, attesa la rimozione del precedente da parte di ignoti.‎

Dal Comune di Melito rassicurano: “tutte le procedure messe in atto riguardano un protocollo stabilito dalla legge. Ancora questa mattina da parte del Sindaco e dell’Ufficio Ambiente sono partiti i solleciti alla volta del dipartimento ASL cui compete il sopralluogo prima della definitiva rimozione, che avverrà nelle prossime ore”.

“E’ fuori luogo – aggiunge il Sindaco – alimentare proteste strumentali. Che l’amianto sia nocivo per la salute è chiaro a tutti come lo è la necessità di provvedere alla bonifica delle aree in cui è stato ritrovato in tempi brevi e proprio in questa direzione si è prontamente mossa l’amministrazione. ‎Vogliamo, pertanto, rassicurare studenti, genitori e cittadini sul fatto che tutti i provvedimenti necessari sono stati messi in campo”.

comunicato stampa