Melito, folla per l’ultimo saluto a Pina. Speranza per il marito Peppe

Melito, folla per l’ultimo saluto a Pina. Speranza per il marito Peppe

Melito. E’ stato il giorno di dolore a Melito dopo l’incidente che ha colpito la famiglia Maisto, coinvolta in un tragico impatto sulla autostrada A16 mentre ritornava dalla vacanza in Puglia nella tarda serata di sabato scorso. Nel pomeriggio alla chiesa Beato Vincenzo Romano di via Sandro Pertini si è tenuta infatti la cerimonia funebre per Pina Palumbo, la 49enne che ha perso la vita nello scontro.

La donna poco prima dell’impatto, si era messa al volante al posto del marito. “Sei stanco, guido io”, gli aveva detto. Poco dopo però, poco dopo la galleria di Pratola Serra nell’Avellinese, forse a causa di un colpo di sonno, la donna ha perso il controllo della Fiat Idea, andando così fuori strada e terminando in una scarpata. A bordo c’erano anche la figlia 19enne ed il fidanzato 23enne di quest’ultima. La prima ha riportato però solo ferite lievi mentre il secondo, dopo un ricovero all’ospedale Rummo di Benevento, è stato dimesso. Non ha potuto dare l’ultimo saluto alla moglie,invece, il marito Giuseppe Maisto, 52enne dipendente della Kimbo.

L’uomo resta ancora ricoverato all’ospedale beneventano. Le sue condizioni, però, a quanto pare farebbero risultare un miglioramento. Il polmone, perforato durante l’incidente, starebbe reagendo bene alle cure dei medici e l’uomo ne dovrebbe avere ancora per una ventina di giorni prima del ritorno a casa. La speranza, nel dramma, è che Maisto possa ritornare ad abbracciare le figlie che hanno già perso la madre. Quest’oggi la chiesa era gremita in ogni ordine di posto, si all’interno che all’esterno. Un dolore composto nonostante la folla ed il dolore di tutti.

Erano presenti anche le due figlie della donna. La famiglia è molto conosciuta e stimata in città. Maisto è attivo nella vita politica ed ai funerali hanno preso parte anche il vicesindaco di Melito Marina Mastropasqua, esponenti della giunta e consiglieri di maggioranza. Toccanti le parole nell’omelia di Padre Giovanni che ha cercando di dare conforto ai parenti e ad un’intera comunità sconvolta dal lutto.