Maxi sequestro per Zinzi: era il re del falso per conto della camorra 

Maxi sequestro per Zinzi: era il re del falso per conto della camorra 

La Polizia di Stato ha eseguito un sequestro di 2 milioni di euro ai danni di Salvatore Zinzi ritenuto affiliato all’ala Licciardi dell’Allenza di Secondigliano. Per gli inquirenti Zinzi era il re del falso gestito per conto della camorra: grazie ad una fitta rete di fabbriche era in grado di esportare migliaia di capi contraffatti in tutto il mondo. Tra i beni sequestrati anche un’ abitazione con vista panoramica ad Ischia.