Maxi-sequestro di botti a Napoli, Pomigliano, Mugnano e Afragola. Sotto chiave 70 “cipolle”

Maxi-sequestro di botti a Napoli, Pomigliano, Mugnano e Afragola. Sotto chiave 70 “cipolle”

Continuano i servizi predisposti dai carabinieri per contrastare fabbricazione e commercio di botti illegali. Nelle ultime ore ne sono stati sequestrati oltre un quintale.

A Napoli, nei Quartieri Spagnoli, sono state sequestrate 70 delle cosiddette “cipolle”, vere e proprie bombe nascoste dietro il bidone dei rifiuti di un condominio in attesa di essere messe in vendita.

A Pomigliano d’Arco è stata arrestata una 26enne trovata in possesso di 898 ordigni artigianali, in pratica 52 chilogrammi di esplosivo, che teneva nascosti nel garage della sua abitazione. A Mugnano arrestati Pietro Fiorillo e P.A., un 39enne e un 20enne già noti alle forze dell’ordine che trasportavano su una utilitaria 15 kg. di materiale  esplodente.

Ad Afragola un 31enne è stato trovato in possesso nella sua casa di fuochi d’artificio per 30 kg del tipo maneggiabile solo dagli specialisti del settore. Nel video, la distruzione operata dagli artificieri del comando provinciale di Napoli dei botti illegali sequestrati durante le operazioni degli ultimi giorni.