Marano, tutto pronto per l’inaugurazione della Centrale Operativa della Protezione Civile

Marano, tutto pronto per l’inaugurazione della Centrale Operativa della Protezione Civile

Marano. L’inaugurazione della Centrale operativa della Protezione civile maranese, ubicata nel Comando dei vigili urbani di Corso Europa è prevista per venerdì 20 maggio, ore 10.30. Interverranno il sindaco Angelo Liccardo, l’assessore alla Polizia municipale, Francesca Beneduce, l’assessore alla Protezione Civile Denis Scarmozzino e altre autorità cittadine.

I lavori per l’istituzione del Centro operativo comunale (COC) con l’installazione  di un impianto d’emergenza per il controllo del territorio, sono stati finanziati per 79mila791,74 euro di fondi regionali, la cui richiesta fu fatta dal Commissario straordinario, Gabriella Tramonti.

La gara d’appalto fu espletata il 30 gennaio 2015 tramite Consip (Centrale acquisti delle pubbliche amministrazioni) su due lotti: uno relativo all’allestimento di una Centrale operativa con importo a base d’asta di 30mila590 euro e l’altro, relativo alla fornitura e posa in opera di un impianto di emergenza con prezzo a base d’asta di 9mila980 euro. Pervenne solo l’offerta della TECH-TRON di Casandrino.

Con i risparmi ottenuti è stato eliminato il vecchio ponte radio che era ubicato su uno stabile privato (Il Comune pagava l’affitto) ed è stato spostato sulla vasche idriche della Recca: sono stati potenziati i segnali radio, per ascoltare carabinieri, polizia, vigili del fuoco e radioamatori. Inoltre, sono state stampate  locandine e  brochure esplicative sul Piano di emergenza comunale da distribuite ai cittadini.

L’ultramoderno impianto costituisce un ausilio fondamentale per le forze di Polizia Municipale e per i volontari della Protezione Civile, che, oltre ad avere un monitoraggio costante delle aree a rischio del territorio comunale, come lo sono le frazioni collinari della città e la parte confinante con Quarto, esposte sia a rischio sismico, ma soprattutto a rischio idrogeologico per la loro conformazione territoriale.

L’attuale Responsabile della Protezione civile comunale è il tenente Raffaele Crispino, coadiuvato dal responsabile dei Magazzini (contatta, in caso di emergenza, le strutture alberghiere, i fornitori di attrezzature atte a rimuovere tutti i tipi di rischi, eccetera), tenente Gaetano Iacolare, entrambi vigili urbani di lunga esperienza. Roberto Esposito, invece, è il coordinatore della Protezione civile maranese. In caso di emergenza a livello comunale, viene attivato il COC, presieduto dal sindaco.

Il centro è costituito da un settore strategico per la funzione decisionale e da uno operativo per le funzioni di intervento. In caso di un’emergenza provinciale o regionale, cioè quando la gestione dell’emergenza richiede il coordinamento di iniziative tra più Comuni o tra più aree coinvolte da un evento calamitoso, vengono attivati i COM (Centri operativi misti). Marano è un Comune capofila del COM. Questo vuol dire che l’unità di crisi (dislocata sempre presso la sala operativa del comando dei vigili) deve coordinare non solo gli organi operativi locali, ma anche quelli di Mugnano, Calvizzano, Qualiano, Melito, Villaricca e Sant’Antimo.

Di Mimmo Rosiello