Marano. Studenti del Segrè in piazza contro l’amministrazione

Marano. Studenti del Segrè in piazza contro l’amministrazione

Marano. Studenti del Liceo Segrè di Marano di nuovo in piazza per protestare contro l’amministrazione Liccardo, rea di non aver mantenuto le promesse, riguardanti la manutenzione straordinaria dell’edificio.

“Siamo arrabbiati e indignati – afferma Alberto Arienzo, uno dei leader del comitato studentesco – per il comportamento sia del sindaco che dell’assessore alla Pubblica Istruzione che, in occasione della manifestazione di febbraio scorso, sottoscrissero un documento nel quale è scritto a chiare lettere che entro il corrente anno scolastico l’amministrazione si faceva carico della manutenzione straordinaria dell’edificio. Noi non ci siamo mai fermati: abbiamo monitorato la situazione e, a tutt’oggi, non è accaduto un bel niente”.

Manutenzione straordinaria che spetta al Comune, in qualità di proprietario dell’edificio dato in comodato d’uso alla Città Metropolitana (alla quale compete la manutenzione ordinaria), pagando un affitto bimestrale di circa 34mila euro, e che consiste nella coibentazione dell’ala nord della scuola. In questo modo si liberano ulteriori tre aule (al momento dichiarate inagibili dalla Città Metropolitana), e si andrebbe a scongiurare il rischio di perdere ulteriori classi”.

Sindaco e assessore – aggiunge Francesco Pezzella del comitato studentesco – a febbraio scorso sono venuti a prenderci solo in giro e questo non è il modo di agire di un Comune serio”.

La risposta dell’amministrazione arriva attraverso un comunicato stampa dell’assessore alla Pubblica istruzione Anna Sorrentino.

“L’amministrazione comunale, durante la riunione tenutasi lo scorso gennaio presso l’ufficio edilizio della Città Metropolitana di Napoli, si è impegnata ad eseguire entro l’inizio dell’anno scolastico 2016/2017, lavori tendenti alla messa in sicurezza dell’edificio nel quale è sito il liceo Emilio Segrè. Si è posta in essere un’azione sinergica che sta coinvolgendo il Comune, l’ex Provincia e l’istituzione scolastica, orientati a ottimizzare l’attuale struttura in favore di un’utenza sempre più considerevole, non circoscritta esclusivamente al territorio maranese ma che abbraccia anche le città viciniore. Ciò va a confermare un indirizzo, già evidenziatosi nello scorso mese di ottobre 2015, con il Piano Triennale delle Opere Pubbliche 2016/2018, del progetto concernente la costruzione di un nuovo edificio, destinato ad accogliere l’istituto scolastico Segrè di Marano, ed il connesso stanziamento di 10milioni e trecentomila euro per la realizzazione dell’istituto. Parte degli interventi all’attuale sede del Liceo, riguardanti la messa in sicurezza dell’edificio, sono stati già eseguiti. Per la continuazione dei lavori, data la cifra considerevole stanziata, si aspetta l’approvazione del bilancio comunale che, peraltro, è stato già approvato in giunta. Ora si attende il secondo step, quello dell’approvazione in Consiglio comunale e poi gli interventi al Segrè saranno ultimati”.

E’ chiaro che, adesso, tutte queste cose le dovrà fare il Commissario straordinario.

Di Mimmo Rosiello