Marano, mercoledì l’inaugurazione del Chiostro di Santa Maria degli Angeli e parte del Convento di San Francesco

Marano, mercoledì l’inaugurazione del Chiostro di Santa Maria degli Angeli e parte del Convento di San Francesco

MARANO. Sarà inaugurato mercoledì mattina alle ore 10 il Chiostro di Santa Maria degli Angeli e parte del Convento di San Francesco che hanno subito lavori di ristrutturazione rientranti nel programma del Piu Europa. All’iniziativa saranno presenti il sindaco di Marano, Angelo Liccardo, e l’assessore delegato al Piu Europa Gennaro Testa.

“L’obiettivo dell’intervento – ha spiegato l’assessore – è stato finalizzato alla rinfunzionalizzazione di questi ambienti in modo da renderli fruibili dagli utenti. Infatti sono stati eseguiti spazi “di accoglienza”, un filtro fisico e funzionale tra le aree aperte esterne delle chiesa ed il volume superiore chiuso del convento. L’intervento relativo alle facciate del complesso monastico, ha previsto innanzitutto il restauro conservativo dell’esistente e la messa in sicurezza degli elementi con risultato duraturo nel tempo, utilizzando intonaci e pitturazioni a base di calce. Per le facciate in cui si presentavano estesi distacchi e rigonfiamenti si è provveduto l’integrale rifacimento degli intonaci. L’obiettivo alla base del progetto di consolidamento strutturale era quello di attuare un restauro conservativo che, nel rispetto dell’impianto storico, riutilizzasse parte del complesso conventuale oggetto della progettazione. Le opere di consolidamento effettuare, sono state necessarie per il recupero dell’immobile, sono state concepite nel rispetto delle preesistenze, dei materiali, delle volumetrie e delle superfici della fabbrica originaria”.

“Sarà un momento importante – aggiunge Angelo Liccardo, che ha seguito da vicino tutto l’iter – perché finalmente restituiamo alla città un importante monumento e soprattutto in condizioni tali da poterne usufruire. Non è stato un progetto semplice, anche perché abbiamo dovuto risolvere un grande problema con un’opera abusiva nelle vicinanze. Per questo motivo il mio ringraziamento va anche al precedente assessore Gennaro Ruggiero per aver seguito fin dall’inizio questa importante opera”.