Marano, emergenza rifiuti. Dura lettera dell’opposizione in consiglio comunale

Marano, emergenza rifiuti. Dura lettera dell’opposizione in consiglio comunale

In merito all’emergenza rifiuti che sta tenendo in ostaggio la città, ci troviamo a constatare che la drammatica situazione della raccolta e del trasporto dei rifiuti che avevamo rilevato e profetizzato nel precedente comunicato del 20 Gennaio, si è tristemente avverata. A distanza di una settimana la situazione non è affatto migliorata, i cumuli di rifiuti permangono in tutte le zone della città, per cui si ritiene che disservizi che si stanno tuttora verificando non erano mere temporanee disfunzioni dovute all’avvicendamento tra la ditta precedente e l’attuale ditta incaricata Ego Eco, bensì delle insormontabili difficoltà da attribuire alle sostanziali criticità che si rilevano nel sistema operativo previsto dal capitolato d’appalto indetto dall’amministrazione. In particolare il sistema del prelievo diurno dei rifiuti di fatto impedisce una corretta gestione del servizio ed arreca gravi disagi e danni alla città mettendo a repentaglio le condizioni igienico-sanitarie. Pertanto, ci teniamo ad informare col presente comunicato la cittadinanza tutta che ci stiamo attivando per fare chiarezza sulla vicenda mettendo in campo una serie di iniziative al fine di ripristinare al più presto la normale vivibilità e l’ordinario decoro della città. E’ stato chiesto l’invio di tutti gli atti della gara all’Autorità Nazionale Anti Corruzione e trasmessa una segnalazione al Prefetto sullo stato di grave emergenza che si è venuto a determinare, unitamente ad una richiesta di incontro con i dirigenti ed i responsabili della ditta per ottenere delle risposte concrete e sollecitare delle immediate soluzioni visto che l’amministrazione, alla quale sono da imputarsi tutte le responsabilità di questo degrado, è completamente assente ed incurante dell’esasperazione dei cittadini. L’amministrazione aveva promesso un risparmio sul costo del servizio che invece, per come viene attualmente svolto senza alcuna differenziazione dei rifiuti e nell’ipotesi in cui si dovesse optare per il ritorno al prelievo notturno o l’incremento del personale, si tradurrà inevitabilmente in un aumento spaventoso sulle bollette già salatissime. Insomma, otre al danno anche la beffa. E’ chiaro che qualora la situazione non venga risolta nei prossimi giorni l’opposizione interpellerà la città chiamandola alla mobilitazione generale.

 

I CONSIGLIERI COMUNALI DI OPPOSIZIONE
Abbatiello Lorenzo
Bertini Mauro
Catuogno Pasquale
Coppola Pasquale
Di Guida Angela
Garofalo Anna
Paragliola Domenico
Passariello Vincenzo
Pellecchia Eduardo
Recupido Alessandro
Sorrentino Roberto
Tagliaferri Marco