Marano, domani il voto sulla sfiducia a Liccardo

Marano, domani il voto sulla sfiducia a Liccardo

Anno nuovo vecchie grane per il sindaco di Marano Angelo Liccardo. Domani ci sarà il primo consiglio comunale de 2016 e subito l’opposizione andrà all’arrembaggio del primo cittadino. È infatti in discussione una mozione di sfiducia contro il sindaco. La mozione, presentata circa 20 giorni fa, approderà finalmente nel civico consesso e vedrà i 12 consiglieri di Opposizione compatti nel votarla (servono 13 voti per mandare a casa il sindaco). Nella Maggioranza, invece, tra assenze “giustificate” ed altre forse meno si prevedono non più di 11 voti. Questo certo non servirà per chiudere in anticipo l’avventura amministrativa del Centrodestra maranese, ma sarebbe comunque l’ennesimo schiaffo che l’amministrazione Liccardo riceve. 

Intanto, domani in mattinata, tre consiglieri dell’Opposizione si recheranno in Prefettura per chiarire la scelta del presidente del Consiglio comunale Marra di convocare la seconda seduta del civico consesso il 12, oltre quindi i 20 giorni di tempo per discutere la sfiducia protocollata dai consiglieri. 

Tra fronde interne e attracchi frontali il sindaco non naviga in buone acque ed il vantaggio di un sol consigliere rispetto all’Opposizione non gli consente di dormire sonni tranquilli.