Marano. Alloggi comunali, in tre anni dimezzati di valore

Marano. Alloggi comunali, in tre anni dimezzati di valore

Il piano triennale delle alienazioni degli immobili di proprietà comunale era stato approvato dall’ex giunta Liccardo il 31 dicembre 2015: doveva solo ricevere l’ok definitivo del Consiglio comunale. Ciò non è avvenuto, perché l’ultima assise cittadina (quella del 20 maggio scorso), prima che diventassero definitive le dimissioni del sindaco Angelo Liccardo, non si è potuta svolgere per mancanza di numero legale. Abbiamo letto attentamente il Piano delle alienazioni e abbiamo appurato che le case vendibili, per fare cassa o estinguere parte dei mutui, sono state stimate circa la metà dei valori di mercato estrapolati nel periodo di gestione commissariale. Qual è quella giusta?

Ecco quanto valgono le case comunali, secondo il nuovo piano di alienazione 2016-2019 (in parentesi, la stima fatta ai tempi del Commissario straordinario, prefetto Gabriella Tramonti).
Viale Duca D’Aosta,1. Piano terra. Int. 1(54,43 metri quadrati): 48mila987 euro (95mila252 euro); int.2 (32mq): 28mila800 euro (56mila euro); int. 3(64 mq): 57mila600 euro (112mila euro). Primo piano. Int. 4 (57,23 mq): 51mila507 euro (100mila152 euro); int.5 (74,22mq): 66mila798 euro (129mila885 euro). Viale Duca D’Aosta, 3. Piano terra. Int 1(92,83 mq): 83mila587 euro (162mila452 euro); int.2 (97,15 mq): 87mila435 euro (170mila012 euro). Primo piano. Int. 3(80,89 mq):72mila801 euro (141mila557 euro); int.4 (80,89 mq): 72mila801 euro (141mila557 euro). Viale Duca D’Aosta, 9. Piano terra. Int. 1(73,35 mq): 66mila015 euro (128mila362 euro); int. 2 (82,7 mq): 74mila430 euro (144mila725 euro). Primo piano. Int. 3 (73,45 mq): 66mila105 euro (189mila542 euro); int 4 (83,02 mq) : 74mila718 euro (145mila285 euro).
Corso Europa, 3/b. Primo piano. Int. 3 (108,31mq):97mila479 euro (189mila 542 euro); int. 4 (109,91mq): 98mila919 euro (192mila342 euro). Corso Europa, 3. Piano terra. Int. 1(86,09 mq): 77mila 481 euro (150mila657 euro); int 2 (100,02 mq): 90mila018 euro (175mila035 euro). Primo piano. Int. 3 (113,36 mq): 102mila024 euro (198mila380 euro); int. 4 (103,36 mq): 93mila267 euro (181mila352 euro).

Villetta Corso Italia, 4. Piano terra (78 mq): 70mila200 euro (163mila 800 euro).
Parco Poggio Vallesana, Palazzo Dalia , scala E: tre appartamenti di 111,20 metri quadri, ubicati rispettivamente al secondo piano (int.8), al terzo (int.13), e al quarto (int.18): 100mila080 euro ciascuno (194mila600 euro ciascuno); un quarto appartamento è ubicato sempre nella scala E, al quinto piano (int.23) è di 98 mq. :88mila200 euro (171mila500 euro).
Via XXIV Maggio. 7 appartamenti inseriti in un complesso residenziale. Scala B. Piano 6 int 12 (99,17 mq): 85mila286,20 euro (173mila 547 euro); int. 1(75,95 mq): 65mil317 euro (132mila912 euro); int. 2(94 mq): 80mila 840 euro (164mila500 euro); int. 3(117,31 mq): 100mila886 euro (205mila292 euro); int.10 (99,17 mq): 85mila286,20 euro (173mila 547 euro); int. 11 (117,31 mq) : 100mila886 euro (205mila292 euro). Scala C. Int 1 (115,71mq): 99mila510,60 euro (202mila492 euro).
Via Adige, 21. Scala B, quarto piano, int 13 (95,32 mq): 85mila788 euro (166mila 810 euro).

Per la vendita degli appartamenti, innanzitutto va verificato se, sul bene da vendere, esiste un diritto di prelazione, nel qual caso esso viene offerto al titolare di tale diritto, al prezzo di stima individuato dietro perizia dell’ufficio tecnico. Il diritto di prelazione, pure se si è in possesso del titolo, decade se il soggetto beneficiario non dovesse essere in regola con il pagamento dei canoni e dei relativi oneri accessori. Laddove non esista il diritto di prelazione, la vendita dell’immobile avviene attraverso una gara pubblica al rialzo, cioè con offerte almeno uguali o maggiori del brezzo a base d’asta.

di Mimmo Rosiello