Manifesti centrodestra e ricorso M5s al Consiglio di Stato, Poziello sotto attacco delle minoranze

Manifesti centrodestra e ricorso M5s al Consiglio di Stato, Poziello sotto attacco delle minoranze

Giugliano. Il centrodestra passa all’attacco con manifesti contro Poziello. Questa mattina a Giugliano sono stati affissi manifesti a firma di Forza italia, Fratelli d’Italia, cambiamenti e le liste a sostegno di Luigi Guarino. “Chiacchiere e la maggioranza?” si legge in testa. A seguire i consiglieri di opposizione hanno ripreso tutti i temi trattati dal sindaco in campagna elettorale barrandoli con una x rossa e “riadattandoli”. E così #unmercatochefrutta diventa un mercato alla frutta, #giuglianocittàfelice si trasforma in giuglianocittàinfelice, lungomare liberato diventa lungomare immigrato.

Intanto domani è un giorno cruciale proprio per Poziello e la sua maggioranza. Si discuterà infatti il ricorso al Consiglio di Stato presentato dal movimento 5 stelle. Domani i giudici romani decreteranno se l’amministrazione dovrà andare a casa oppure no. L’udienza sarà a porte chiuse e probabilmente già in giornata se ne conoscerà il responso. Il Tar lo scorso 26 gennaio bocciò il ricorso dei grillini perché ritenuto inammissibile e irricevibile. Così Nicola Palma decise di non arrendersi e ricorrere al consiglio di Stato.

Nelle mille pagine presentate mesi fa si faceva riferimento alla questione delle firme sottoscritte da un funzionario del comune di Pozzuoli per Luigi Guarino, alla lista di Ncd e non solo. Una vicenda, questa del ricorso dei 5 stelle, che tiene banco ormai da mesi in città. Insomma domani si saprà se Poziello sarà ancora sindaco di Giugliano oppure arriverà un commissario. Insomma domani si chiuderà in un modo o nell’altro, un altro capitolo della politica giuglianese.