L’orco di Ponticelli chiede il giudizio abbreviato. Violentò il figlio per un anno e vendette i video sul web

L’orco di Ponticelli chiede il giudizio abbreviato. Violentò il figlio per un anno e vendette i video sul web

Napoli. Ha chiesto il rito abbreviato il papà orco di Ponticelli. L’uomo, 44 anni, che per un anno ha abusato del figlio 11enne e ha venduto in rete le immagini delle molestie sessuali, ha avanzato la richiesta attraverso il suo difensore. Se l’istanza della difesa venisse accolta, il processo ai danni del “mostro” di Ponticelli si risolve nella fase dell’udienza preliminare senza passare per le lungaggini del dibattimento.

L’arresto avvenne nel marzo del 2015. La vicenda scosse tutta la comunità di Ponticelli. L’uomo vendeva i video e le foto sul web al migliore offerente. Fu incastrato nel corso di un’operazione degli uomini della polizia municipale  guidati dal capitano Sabina Pagano, che per oltre un mese hanno seguito le tracce digitali dell’uomo. Fingendosi «clienti» hanno fatto un’offerta, riuscendo ad ottenere il cellulare del padre «orco». Poi scattò l’arresto.