Licola, spari in pieno giorno e 40enne di Giugliano ferito: nessuno ha visto niente

Licola, spari in pieno giorno e 40enne di Giugliano ferito: nessuno ha visto niente

Pozzuoli. Mattinata di terrore ma nessun testimone. Le persone hanno udito gli spari e sono scese in strada solo all’arrivo delle forze dell’ordine. E’ quanto emerge dalle prime indagini sulla sparatoria avvenuta questa mattina a Licola, in via del Mare nel territorio del Comune di Pozzuoli a pochi passi dal lato giuglianese della zona costiera.

Secondo quanto raccontato da un 40enne, Vincenzo Cante classe 1976 residente a Giugliano nei pressi della compagnia dei carabinieri, rimasto ferito alla gamba, un gruppo di persone stava litigando quando uno di loro ha sparato dei colpi di arma da fuoco colpendolo. A quanto pare dunque Cante sarebbe stato raggiunto da un proiettile vagante mentre tentata di sedare la rissa. Sul posto da lui indicato sono stati trovati dei bossoli ma la sua versione è al vaglio dei carabinieri che stanno indagando.

L’uomo, ricoverato all’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, ha un piccolo precedente per furto ma risalente a circa venti anni fa.

A pochi passi dal luogo della sparatoria c’è la spiaggia, affollata di bagnanti questa mattina, ed anche se l’episodio è avvenuto in pieno giorno (poco prima delle ore 12) all’esterno di un bar, nessuno ha saputo fornire dettagli utili agli investigatori per ricostruire la dinamica o identificare l’aggressore.  Le telecamere di un’attività commerciale della zona, secondo quanto riferito dal titolare, non erano in funzione.

foto: Il Mattino