L’ex fedelissimo del boss Di Lauro in tv: “I soldi li pesavamo. A Melito uccidemmo un innocente”

L’ex fedelissimo del boss Di Lauro in tv: “I soldi li pesavamo. A Melito uccidemmo un innocente”

Manca poco per il nuovo programma di Roberto Saviano, la prima serie factual di Discovery: Kings of Crime, in prima Tv sul canale Nove. Debutterà in Italia mercoledì 4 ottobre. Nella prima puntata c’è il pentito di Scampia Maurizio Prestieri, ex fedelissimo dei Di Lauro.

Sono quattro puntate dedicate alle tre delle organizzazioni criminali più potenti della storia, Camorra, ‘Ndrangheta e i cartelli della droga messicani visti attraverso le vite di alcuni dei loro boss più importanti. Si parte dunque dalla criminalità organizzata napoletana. Ci sarà una lunga intervista a Maurizio Prestieri (raramente prestatosi a rilasciare dichiarazioni in video), per oltre vent’anni uomo di fiducia di Paolo Di Lauro, il boss detto “Ciruzzo ‘O Milionario”. Ed è proprio a Di Lauro che è dedicata la prima puntata. “Sanremo? Appuntamento immancabile per i boss farsi vedere tra i vip. I soldi? Li pesavamo, non c’era tempo per contarli” sono alcune dichiarazioni dell’ex boss emerse in anteprima.

Ma il collaboratore di giustizia ha raccontato anche dell‘omicidio di un innocente a Melito. “Il ragazzo fu ammazzato per errore perché dovevamo uccidere un altro giovane che dava fastidio ai cantieri delle famiglie a Marano. Noi killer non conoscevamo la vittima e ce la doveva indicare il nipote di un imprenditore della zona. Il segnale per far partire l’omicidio era la stretta di mano, ma il ragazzo diede la mano alla persona sbagliata così uccidemmo un innocente. Mentre la vittima era a terra ancora in vita il ragazzo gridava ‘No, no’ però a quel punto i killer lo finirono lo stesso. La cosa che mi ha colpito di questa storia più di tutto è che la mamma di questo ragazzo andò in tutte le trasmissioni per dire che il figlio non era camorrista ma nessuno la credeva”.