Napoli, ladri di scooter scoperti grazie alle telecamere. Arrestati in tre

Napoli, ladri di scooter scoperti grazie alle telecamere. Arrestati in tre

Napoli. Era entrato nel parcheggio di un istituto universitario e dopo un breve “sopralluogo” per scegliere lo scooter da rubare si era diretto verso quello prescelto.
Un video tratto dai sistemi di videosorveglianza lo immortala nei pochi secondi che gli sono serviti per capire di quali protezioni fosse provvisto lo scooter che aveva preso di mira, e per manomettere l’antifurto.

Analizzando le riprese i carabinieri della compagnia centro lo hanno identificato. Si tratta di Carmine Parente, un 35enne dei Quartieri Spagnoli che è stato raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Napoli.

I carabinieri della stazione di Fuorigrotta, invece, hanno arrestato per tentato furto Ivan Falcone, 20 anni e Giovanni Esposito, 37 anni, entrambi del rione Traiano, già noti alle forze dell’ordine responsabili del tentato furto di uno scooter.

In questo caso i malfattori avevano adocchiato un motorino in sosta nei pressi di un cinema multisala di fuorigrotta e tentato di forzarne il bloccasterzo, operazione che avevano dovuto interrompere per darsi alla fuga a causa del passaggio di una pattuglia. Anche in questo caso sono state determinanti le immagini dei sistemi di videosorveglianza della zona.

Facebook