La tragedia di Miss Campania, dal sogno di Jesolo alla morte del papà

La tragedia di Miss Campania, dal sogno di Jesolo alla morte del papà

Giugliano. E’ accaduto tutto in un mese. La selezione finale, le luci della ribalta, la notte di Jesolo. Trenta giorni in cui Jo Sorrentino, Miss Campania, è passata dal sogno di Miss Italia alla morte del papà. Ieri è venuto a mancare Massimo, dopo un tragico incidente in via Casacelle, a Giugliano. L’uomo è spirato in ospedale a mezzanotte. A portarlo via un impatto con una Lancia Y.

La prima a capire che forse non ce l’avrebbe fatta la signora Assunta, la moglie di Massimo, giunta di corsa sul luogo dell’incidente, vicino al Palazzetto dello Sport. “Ditemi come sta, ditemi come sta” ripeteva, disperata, ai Carabinieri presenti sul posto. A pochi passi da lei detriti ovunque, i resti del motorino smembrato in mille pezzi dopo lo schianto con l’autovettura.

E pensare che 17 giorni fa, il 10 settembre, tutta Giugliano e la famiglia Sorrentino (mamma, papà e 3 fratelli) erano inchiodate davanti al televisore, sintonizzate su La7 per fare il tifo per la bellissima Jo, giunta tra le 40 ragazze più belle della Penisola. Dal sorriso si è passati al lutto. Dalla finale di Jesolo ad una stanza d’ospedale. I sogni di Miss Campania si sono infranti sul parabrezza di quella Lancia Y.

 

 

Facebook