La Regione dice “sì” alle richieste dei pazienti affetti da malattie rare: cicli di terapie negli stessi centri

La Regione dice “sì” alle richieste dei pazienti affetti da malattie rare: cicli di terapie negli stessi centri

La Giunta Regionale, nella seduta di oggi, ha modificato la delibera n. 979 del giugno 2008, che impediva ai pazienti affetti da malattie rare di poter continuare i cicli di terapia successivi al primo mese presso lo stesso centro di riferimento regionale. Facendo seguito alle richieste delle associazioni dei pazienti e per fornire una modalità semplificata che integri il percorso assistenziale, la delibera assicura la continuazione dei cicli di terapia presso lo stesso centro e non più, com’era obbligatorio con la delibera del 2008, dopo il primo mese, presso i presidi ospedalieri delle Asl.

Nella stessa riunione di Giunta, è stato deliberato di dare impulso alla valorizzazione dei beni del patrimonio storico-sanitario di pertinenza delle Aziende sanitarie napoletane. In questo contesto è stata conferito al Museo delle Arti Sanitarie e di Storia della Medicina, con sede nel cortile degli Incurabili, il compito di mappare, inventariare e catalogare i propri beni, prevedendo sin d’ora che la loro conservazione debba avvenire presso l’Ospedale degli Incurabili.