La Polizia evita una strage nel Napoletano, sequestrati micidiali ordigni

La Polizia evita una strage nel Napoletano, sequestrati micidiali ordigni

Con l’approssimarsi dei festeggiamenti di San Silvestro, incessanti i controlli della Polizia di Stato, al fine di assicurare un Capodanno tranquillo. Le varie campagne di sensibilizzazione della Polizia di Stato, rivolte alla cittadinanza e, soprattutto, agli alunni dei vari istituti scolastici, dislocati sul territorio, ove vengono illustrate la pericolosità dei micidiali “botti” ed i danni che arrecano, risultano fondamentali per prevenire sciagure che potrebbero essere evitate.

E’ il caso di dire che, proprio ieri, gli agenti del Commissariato di P.S. “Pompei” hanno evitato una strage, arrestando Pietro Cacciola, pregiudicato di 42 anni. L’uomo è stato sorpreso dai poliziotti, all’interno di un cantinato angusto, di sua pertinenza, mentre era intento a confezionare bombe carta.

Il 42enne, infatti, abitante in uno stabile di 4 piani, ove sono ubicati 16 appartamenti, aveva stipato nel cantinato ben 150kg di materiale esplodente, incurante della micidiale pericolosità. Se solo, accidentalmente, una scintilla fosse entrata in contatto con i micidiali fuochi,  si sarebbe verificata una strage.

I poliziotti hanno sequestrato ben 257 bombe carta, 7 bombe da mortaio, 6 batterie da terra con colpi da 21 a 66, kg.1,3 di polvere pirica in grani, miscuglio pirotecnico per la preparazione degli artifizi, oltre a tutto l’occorrente per il confezionamento, quali micce, semilavorati, tubi cilindrici, un  sacco da oltre 10 kg di perclorato di potassio e tanto altro ancora.

Intervenuto il personale degli Artificieri della Questura di Napoli, a cui è stato affidato il materiale sequestrato, che ne dichiara l’effettiva natura micidiale. L’uomo è stato arrestato e sottoposto agli arresti domiciliari, in attesa d’esser giudicato con rito per direttissima.

bombe-carte-botti