La minaccia con una forbice e la violenta, arrestato nigeriano nel Casertano

La minaccia con una forbice e la violenta, arrestato nigeriano nel Casertano

Caserta. I Carabinieri della Stazione di San Cipriano d’Aversa (CE), in quel centro, unitamente  ai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Casal di Principe (CE), hanno proceduto, il 5 marzo scorso, al fermo di p.g.  per sequestro di persona e violenza sessuale, del pregiudicato nigeriano Oko Onyika, cl. 1990, residente a Bari.

L’uomo, nel pomeriggio del 3 marzo scorso, con la promessa di procurarle un lavoro come badante, avrebbe accompagnato una sua connazionale ventiseienne, in un’abitazione isolata e disabitata di Casapesenna (CE), dove, con violenza e minacce, impugnando una forbice e chiudendo a chiave la porta d’ingresso, l’avrebbe trattenuta contro la sua volontà, costringendola a subire atti sessuali. 

La donna, però, era riuscita a fuggire nella mattina del 4 marzo, lasciando nell’abitazione i propri effetti personali, successivamente rinvenuti, unitamente alla forbice utilizzata dal nigeriano, sottoposta a sequestro dai militari dell’Arma, allertati dalla stessa vittima.  

I Carabinieri,  hanno subito rintracciato, e sottoposto a fermo l’uomo che è stato accompagnato presso la casa circondariale di Napoli PoggiorealeNella mattinata odierna, la  competente Autorità Giudiziaria, concordando con le risultanze investigative raccolte dai Carabinieri, ha convalidato il fermo  disponendo la permanenza in carcere dell’arrestato.