“La Gatta Cenerentola”, Basile incanta la mostra di Venezia

“La Gatta Cenerentola”, Basile incanta la mostra di Venezia

La Napoli a tinte dark ispirata alla favola del Basile incanta la mostra del cinema di Venezia. Ieri al lido la protagonista è stata “La gatta Cenerentola”, film d’animazione per adulti a firma di Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri e Dario Sansone, frontman della band Foja che ha realizzato anche la colonna sonora “A chi appartieni”. Tra i doppiatrori ci sono invece Alessandro Gassman, Maria Pia Calzone e Massimiliano Gallo.

Standing ovation ed applausi scroscianti per quello è stato già definito un miracolo napoletano. A colpire la critica soprattutto la creatività estetica e la capacità produttiva della Mad Factory, già autrice de “L’arte della felicità”, che ha usato un budget da appena 1 milione e 200mila euro.

“La Gatta Cenerentrola è una rilettura post-moderna-digitale, in 3D, e versione noir della favola, prima orale e poi trascritta, oltre 400 anni fa dallo scrittore giuglianese Giambattista Basile. “Da napoletani – hanno detto gli autori -abbiamo cercato solo di non portare al Lido un concetto stereotipato della nostra città, ma di raccontarla con la giusta autoironia. Napoli è una città barbara e nobilissima, cenere e luce proprio come la si vede nel film”. Tutto avviene su quella nave “Megaride” che rappresenta la città, lacerata tra i progetti di conoscenza e futuro e affari di droga, come scrive La Repubblica. 

Presente alla prima anche il sindaco Luigi De Magistris. “Mi è piaciuta moltissimo questa versione di “Gatta”, originale e creativa, e sono orgoglioso da concittadino di questi giovani autori, per una sala così entusiasta” ha commentato il primo cittadino partenopeo. Insomma dopo oltre 450 anni il Basile continua ad incantare il mondo.