La capolista se ne va! Orgoglio e reazione senza limiti. Higuain inarrestabile…

La capolista se ne va! Orgoglio e reazione senza limiti. Higuain inarrestabile…

Corri Napoli, corri. Orgoglio, forza, coraggio, sofferenza, e tanto altro in una partita che vale tantissimo contro un Sassuolo che gioca una grande partita. Un Napoli che da oggi ha iniziato un altro campionato ma che ha il sapore di quello vecchio, tra vittorie e doppiette di Higuain. Un primo tempo da ricordare, l’inizio ci lascia di stucco. Sansone alla prima azione della gara mette la difesa azzurra in difficoltà. Albiol è costretto a toccarlo e Giacomelli non esita. Rigore. Il gol di Falcinelli non frena il Napoli, tanto tempo da giocare ma la voglia di rimonta è rabbiosa. La squadra inizia a giocare, il Sassuolo lascia fare e il gol arriva. Insigne pennella per Callejon e finalmente lo spagnolo si sblocca. Un gol bellissimo per precisione e movimenti sotto porta. Il Napoli accelera, spinge e trova le giocate giuste. Il Sassuolo non molla, Duncan, Sansone e Politano danno fastidio alla difesa e in mezzo al campo arriva qualche errore di troppo, ma a rimediare ci pensa la fase di offesa che sembra funzionare alla perfezione. Hamsik ancora una volta trova il fondo e il movimento di Higuain al centro dell’area permette di confezionare un raddoppio da favola. Rimonta completata con gioco e possesso palla e con giocate degne della capolista.

 

Nella ripresa la gara scende leggermente di intensità, ma resta viva nel gioco e nelle azioni pericolose. Il Sassuolo non molla, resta alto e mette il Napoli in difficoltà soprattutto nella precisione dei passaggi che potrebbero essere letali. Gli azzurri infatti quando spingono sembrano indemoniati e minuto dopo minuto cercano il gol per chiudere la gara che rischiava sempre di essere riaperta dalle fiammate dei neroverdi. Il gol arriva nei minuti finali e chiude un match bellissimo. Higuian indovina l’angolino e si regala la sua sesta doppietta. La capolista se ne va possiamo gridarlo e possiamo festeggiare anche sotto la curva con maggior vigore alla faccia di chi ci gufa e ci vuole male.