Istria, bimbo di tre anni strangolato a morte e gettato in mare: 4 arresti

Istria, bimbo di tre anni strangolato a morte e gettato in mare: 4 arresti

Brutale omicidio a Istria. Il cadavere di un bambino di tre anni è stato trovato ieri mattina, 24 maggio, sulla spiaggia istriana del porticciolo del Manracchio in località Vallelunga, vicino ad una caserma abbandonata. La madre ne aveva denunciato la scomparsa. Gli inquirenti stanno seguendo la pista dell’omicidio: il bimbo sarebbe stato strangolato e gettato in mare.

 Le indagini sono in corso per fare chiarezza su dinamiche e movente del terribile delitto e, come riporta il Quotidiano italiano dell’Istria e del Quarnero, sono già quattro gli arresti, inclusa la madre del bimbo, 32enne. Si tratta di persone bosniaco-erzegovesi che si sono trasferite a Pola di recente. Due uomini e due donne.
La conferma della causa del decesso arriverà dall’autopsia, ad occuparsene sarà il medico legale Ilija Kucinar. Quel che è certo, come confermato dalla portavoce della Questura istriana Suzana Sokac, quella del bimbo è stata una morte violenta.