Ischia, cellulari non sicuri: maxi sequestro della Guardia di Finanza

Ischia, cellulari non sicuri: maxi sequestro della Guardia di Finanza

Maxi sequestro di telefonini non sicuri nel Napoletano. Nel quadro della costante attività di prevenzione e repressione del fenomeno della contraffazione e sicurezza dei prodotti, che danneggia il mercato e mina la sana e leale concorrenza tra operatori di settore e minaccia la salute dei consumatori, finanzieri del comando provinciale della guardia di finanza di Napoli hanno sequestrato circa 5 mila dispositivi elettronici contraffatti e non sicuri.

In particolare, i militari della dipendente tenenza di Ischia, nell’ambito di un’autonoma attività info-investigativa, hanno individuato un negozio on-line, accessibile tramite le popolari piattaforme di e-commerce, con collegamenti con un’attività commerciale con sede fisica sull’isola, che pubblicizzava la vendita di prodotti di ogni genere a prezzi molto inferiori rispetto a quelli praticati sul mercato.

Il successivo intervento eseguito presso la sede dell’impresa, confermando il sospetto dei finanzieri, ha consentito di scoprire una postazione informatica, numerosi pacchi postali da spedire ai numerosi avventori del negozio virtuale e prodotti di telefonia ed elettronica contraffatti e non sicuri.

Al termine dell’attività, sono stati sequestrati tutti i prodotti rinvenuti, tra i quali: touch-screen, back cover, batterie e cavi lightning usb delle più note marche di telefonia e di informatica, nonché, dispositivi elettronici che, pur non riportando loghi/marchi, non rispettavano le regole e gli standard di sicurezza richiesti dalle norme nazionali ed europee. I due responsabili che si occupavano della vendita sono stati denunciati all’autorità giudiziaria competente per introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi e per violazioni del diritto d’autore.