Isabella Biagini, incendio nella casa di via Nomentana: ricoverata

Isabella Biagini, incendio nella casa di via Nomentana: ricoverata

In fiamme la casa di Isabella Biagini in via Nomentana a Roma. Ancora mistero sulle cause. A quanto pare Isabella Biagini, in stato di indigenza, non avrebbe pagato la bolletta della luce e per scaldarsi avrebbe usato una stufa elettrice. Probabilmente è stata proprio la stufa elettrica ad aver provocato l’incendio nella sua casa in via Nomentana.

L’incendio. Secondo una prima ricostruzione, l’attrice Isabella Biagini avrebbe utilizzato una coperta da poter mettere sulle gambe. Una storia drammatica finita in tragedia, perché quella coperta a quanto pare potrebbe aver preso fuoco ed essere la causa di un incendio che si è diramato oggi nel suo appartamento. L’edificio in cui abitava, di sette piani, è stato interessato dall’incendio al secondo e terzo piano, un incendio che a quanto pare potrebbe venire proprio dalla stufa di Isabella Biagini in via Nomentana.

Come sta? La Biagini, 73 anni di età, è stata trasportata d’urgenza all’ospedale Sandro Pertini e ricoverata per accertamenti. Le sue condizioni di salute dovrebbero essere non preoccupanti. Appena sarà dimessa verrà ascoltata dalla polizia che sta indagando per fare chiarezza sulle cause dell’incendio della sua casa in via Nomentana, così come riportato anche da Roma Today.

Lo sfratto. Isabella Biagini, ora vittima di quest’incendio nel suo appartamento in via Nomentana, che ha vissuto il dramma di una figlia morta, sarebbe stata sfrattata domani dalla sua abitazione per non aver pagato l’affitto: l’esecuzione dello sgombero è stat rinviata al 10 gennaio per consentirle di passare nella casa le feste natalizie. La colpa del suo sfratto – a suo dire – è del fratello con cui era in lite. Tre giorni fa nel corso della trasmissione Domenica Live aveva raccontato la sua situazione: “Mio fratello mi ha cacciato via di casa. Ora ho la polmonite”.

La storia. Biagini è stata un’attrice molto famosa negli anni 60 e 70, notata da Michelangelo Antonioni che le affidò una parte in Le Amiche. Da lì in poi una carriera costellata da cabaret, imitazioni e numerose apparizioni nelle classiche commedie all’italiana, fino agli ultimi anni di povertà causati, a sua detta, dal fratellastro.