Ingegnere ucciso a Napoli, la vedova e le cognate: “Luca è innocente”

Ingegnere ucciso a Napoli, la vedova e le cognate: “Luca è innocente”

Napoli. Elena Grande, vedova di Vittorio Materazzo, l’ingegnere 51enne accoltellato il 28 novembre avanti la sua dimora, conferma fermamente insieme alle sue cognate di avere piena fiducia nel lavoro degli inquirenti e la sua convinzione circa l’innocenza di Luca.

Nel comunicato le donne esprimono anche il loro disappunto per i commenti fatti a margine delle esequie, tenutesi venerdì e, inoltre, smentiscono l’esistenza di divisioni o fratture familiari dichiarando anche che l’informazione fornita, che dipingeva una situazione simile, era falsa ed infondata.

Il fratello della vittima, Luca, è infatti attualmente indagato per l’omicidio dell’uomo. Gli inquirenti hanno dichiarato che la decisione è stata adottata a seguito dei risultati dell’esame autoptico eseguito sul corpo della vittima.