Incidenti mortali sull’Asse mediano, il caso arriva in Parlamento

Incidenti mortali sull’Asse mediano, il caso arriva in Parlamento

Arriva in Parlamento il caso sicurezza sull’Asse Mediano di Napoli. A sollevarlo è la deputata Michela Rostan, del gruppo Articolo 1 – Democratici e Progressisti, che ha presentato una interrogazione al Ministro per le Infrastrutture e dei Trasporti, per segnalare la situazione di emergenza della importante arteria stradale e per chiedere interventi urgenti.

“Lo scorso 25 gennaio – scrive la parlamentare -, sulla strada a scorrimento veloce della provincia di Napoli è stata travolta e uccisa una donna di 65 anni; pochi giorni dopo, sulla stessa strada, una ragazza di 21 anni ha perso la vita dopo che l’auto sulla quale circolava è andata a schiantarsi contro un guard-rail. L’Asse mediano conta una storia drammatica di incidenti stradali, a volte mortali, altre volte con tamponamenti a catena, molti feriti. Gran parte degli incidenti sono causati dall’alta velocità, in qualche modo incoraggiata dall’assenza di meccanismi elettronici di sanzione del superamento dei limiti; altre cause sono riconducibili alle condizioni strutturali della lunga strada, che manca, in alcuni punti, di visibilità a causa di un’inadeguata manutenzione dei cigli stradali; che risente di una scarsa qualità del manto stradale; che presenta danneggiamenti in vari punti al sistema di barriere protettive. C’è una vera e propria emergenza legata alla sicurezza pubblica lungo quell’arteria, a cui si dovrebbe rispondere con un intervento straordinario di messa in protezione della strada, con meccanismi di rilevamento elettronico della velocità, con strumenti di dissuasione delle condotte pericolose, con interventi strutturali radicali e con un aumento dei controlli. In ragione di tutto questo chiesto anche al Governo, oltre che alle autorità preposte, un intervento a protezione della pubblica incolumità e a tutela della sicurezza dei cittadini”.