“In metro non si fuma”, massacrato di botte con la madre. VIDEO CHOC

“In metro non si fuma”, massacrato di botte con la madre. VIDEO CHOC

Aveva chiesto di non fumare nel treno della metropolitana ma ha subito una tremenda aggressione da due giovani casertani. I fatti sono avvenuti domenica scorsa ai danni di un romano 37enne, Maurizio, e della madre, Elena Vazzaz. Adesso “Il Messaggero” ha pubblicato il video.

I due avevano chiesto a un gruppo di ragazzi di non fumare in metro a Roma. La reazione è stata quella più violenta, i fotogrammi del video registrato da un fotografo lasciano poco spazio all’immaginazione. Anche la signora che ha cercato di difendere il figlio è rimasta vittima dell’aggressione. Il 37enne si trova ancora in ospedale.

ome si può notare dalle immagini, Maurizio è stato colpito con alcuni calci alla testa. Il ragazzo si trova ancora in prognosi riservata: ha subito la frattura della scatola cranica e un’emorragia cerebrale. Per la madre invece diverse contusioni e una prognosi di otto giorni.

E’ stata la donna a riconoscere i due malviventi che sono stati poi arrestati. Si tratta del 26enne Luigi Riccitiello, di Caserta, e del 24enne Antonio Senneca, di Aversa. “Li ho rivisti in commissariato – aveva dichiarato Elena Vazzaz -, me ne hanno messo davanti uno e l’ho subito riconosciuto”.

IL VIDEO: 

Facebook