Il Vesuvio brucia ancora, difficoltà per il vento

Il Vesuvio brucia ancora, difficoltà per il vento
Ancora fiamme sul Vesuvio. Si lavora incessantemente per il contrasto agli incendi boschivi ancora presenti in Campania. Dalle prime ore del giorno, infatti, si è registrata la ripresa di un focolaio a Torre del Greco in zona Montedoro, traversa Garzilli. Le operazioni – rende noto la protezione civile regionale – sono rese piú complesse dalla presenza di venti settentrionali forti che, a tratti, hanno impedito agli elicotteri di alzarsi in volo.
Sono perció entrati in azione sul posto tre Canadair nazionali insieme a squadre da terra. “A Montedoro c’erano fiamme a ridosso di abitazioni che ho fatto evacuare. La situazione persiste ma con una minor entità dopo i vari interventi” ha detto la vicesindaco di Torre del Greco, Romina Stilo.
Altri fronti si registrano a Sant’Anastasia, Barano d’Ischia, Conca dei Marini e a Napoli in zona Astroni dove, al momento, si sta intervenendo con due aerei.
Le condizioni atmosferiche sia in Costiera che in provincia di Napoli rendono difficile l’intervento con gli elicotteri: è stata avanzata la richiesta di un nuovo mezzo nazionale. Alta in tutte le province la suscettività incendi per le condizioni meteo in essere sulla Campania, caratterizzate da elevate temperature associate a vento forte.
(immagine di repertorio)