Il capitano De Lise a Sant’Antimo: “Area con 13 clan ma poche denunce. Serve associazione anti racket”

Il capitano De Lise a Sant’Antimo: “Area con 13 clan ma poche denunce. Serve associazione anti racket”

Il capitano Antonio De Lise, comandante della compagnia carabinieri di Giugliano nel corso dell’inaugurazione della nuova struttura in via Galilei a Sant’Antimo (un bene confiscato alla criminalità ora trasformato in centro polifunzionale per immigrati), rilancia la proposta di un’associazione anti racket nell’area nord – come aveva già fatto a Giugliano – ricevendo il plauso della dottoressa Celli, che gestisce l’ufficio dedicato a tale problematica della prefettura di Napoli: “Ci sono fondi per le vittime di estorsione ed usura. Raccogliendo la proposta del capitano, invito ad organizzare un incontro qui a Sant’Antimo per far capire i vantaggi del denunciare”.

Proprio il territorio santantimese è stato di recente triste teatro di diversi raid con bombe alle attività commerciali ma ci sarebbe poca collaborazione da parte delle vittime con le forze dell’ordine.

IL VIDEO CON L’INTERVENTO DEL CAPITANO: