I roghi non si fermano più: nuova nube tossica sull’agro aversano

I roghi non si fermano più: nuova nube tossica sull’agro aversano

Ancora roghi. Mentre le fiamme divampano sul Vesuvio, un altro incendio è esploso nell’agro aversano, tra Aversa e San Marcellino. La colonna di fumo è visibile da chilometri di distanza.

La nube, probabilmente di natura tossica, come dimostra il colore delle esalazioni, si è estesa su tutta la cittadina normanna e sui comuni limitrofi arrivando fino a Giugliano. Il centralino dei Vigili del Fuoco è tempestato di telefonate.

Non si conosce la natura del rogo e cosa stia andando in fiamme. Tanti i cittadini chiusi in casa che lamentano puzza e odore acre di plastica bruciata. E’ l’ennesima emergenza registrata nel giro di 24 ore nell’area nord di Napoli. Solo la scorsa notte un’altra nube tossica sprigionata da un incendio a Calvizzano ha seminato veleno e paura nell’hinterland giuglianese.