I divieti più strani del mondo: qualche curiosità

I divieti più strani del mondo: qualche curiosità

Di divieti particolari ce ne sono molti in giro per tutto il mondo. Quello che potrebbe essere innocuo e normale in un paese risulta essere persino contro la legge in un altro. Un Forum statunitense ha raccolto una serie di cose improbabili che sono state vietate nel Mondo.

In Romania, per esempio, non si gioca a Scarabeo: Negli Anni Ottanta il presidente rumeno Ceausescu ha posto il divieto di giocare a Scarabeo perché sovversivo e malvagio. Ma soprattutto eccessivamente intellettuale. Oggi che il divieto non c’è più il paese ha anche una Federazione di Scarabeo ed ospita diversi tornei. In Norvegia, invece, è vietato morire. E già, peccato per i malati e gli anziani di tutto l’arcipelago norvegese, ma qui è vietato morire. La ragione riguarda la difficoltà di seppellire i morti nel terreno ghiacciato. Si deve quindi concludere la propria vita altrove. Ora, non che sia un reato punibile, insomma, come si punisce un morto? Però, quando ci si sente prossimi alla fine, bisogna fare qualunque sforzo per andare sulla terraferma. Qualora non ci si riuscisse il corpo, comunque, non può essere sepolto li.

Acquistare una nuova auto nel paese dell’Asia centrale può rivelarsi una faccenda complicata. Questo a causa di diverse restrizioni imposte dal presidente del Turkmenistan: in una terra dove in estate la temperatura raggiunge alte temperature sono vietate le auto nere ed i vetri oscurati.

In Australia, vige severo il divieto di usare l’aspirapolvere. Diciamoci la verità, a nessuno piace un vicino rumoroso. Ma lo stato del Victoria ha leggermente esagerato introducendo una serie di regole che evidenziano il punto limite in cui si può fare rumore durante il giorno. Tra questi i momenti per usare l’aspirapolvere. Tra le 10 di sera e le 7 di mattina nei giorni feriali e fino alle 9 durante i weekend è vietato. E in Burundi, invece, è vietato fare jogging: durante un periodo di conflitti etnici i cittadini sarebbero andati a fare jogging insieme per proteggersi dalle milizie. Nel marzo del 2014, il presidente del paese ha vietato questa pratica sostenendo che fosse usata come copertura per pianificare attività sovversive.