Ha segregato e violentato per anni sei bambine, condannato 52enne

Ha segregato e violentato per anni sei bambine, condannato 52enne

Per Lee Donald Kaplan, 52 anni, è finalmente arrivata la condanna da parte di un tribunale della Pennsylvania. Si tratta del sedicente capo spituale che nel giugno dello scorso anno fu arrestato con l’accusa di violenza sessuale dopo che nella sua casa di Feasterville furono ritrovate 12 bambine. La corte lo ha giudicato colpevole di violenza sessuale su sei sorelle di età compresa tra gli otto e i diciotto anni. L’uomo avrebbe violentato le bambine per anni e una di loro ha persino dato alla luce due bambini.

Lo scorso anno la polizia è arrivata a Kaplan grazie a una soffiata: aveva ricevuto denunce sulla stato di salute e sulla sicurezza dei numerosi bambini che vivevano nell’abitazione. Da quanto ricostruito, la ragazza che ha partorito due figli del 52enne era stata “donata” all’uomo dai suoi genitori, Daniel e Savilla Stoltzfus, a loro volta incriminati e in attesa di sentenza. Avrebbero ceduto la figlia quattordicenne in segno di ringraziamento per aver ottenuto dall’uomo un aiuto  di tipo economico. Il padre disse anche che dopo aver fatto delle ricerche sul web si era convinto che questo fosse legale e, insieme alla moglie, disse di essere a conoscenza che la figlia aveva rapporti sessuali con Kaplan.

Le bambine non uscivano quasi mai dalla casa di quello che si definiva un “profeta di Dio” e non andavano a scuola. Segregate e spaventate, dopo l’arresto dell’uomo sono state date in affido e hanno iniziato a frequentare la scuola. Persino a ricevere cure mediche per la prima volta. Molte delle ragazze hanno testimoniato nel corso del processo ammettendo di aver avuto rapporti sessuali con quell’uomo che consideravano un marito.