Guai per Selvaggia Lucarelli. Scrive post su Facebook e si mette contro intera città

Guai per Selvaggia Lucarelli. Scrive post su Facebook e si mette contro intera città

Benevento. Selvaggia Lucarelli versus Benevento. La nota show girl rischia una querela per volontà dei sindaco della città sannitica, Clemente Mastella. Al consigliere Vincenzo Sguera Mastella si è affidato per querelare la blogger che, su facebook, denunciando l’errore compiuto nell’individuare la meta delle sue vacanze (Bangkok), ha tirato in ballo l’esito delle amministrative in città.

«Se 18 milioni di persone all’anno ci vengono – ha scritto la Lucarelli – non sarà mica masochismo di massa. Se Bangkok è la città più visitata al mondo dopo Londra e New York ci sarà una ragione. Ve la dico io la ragione: è la stessa per cui Mastella è stato eletto sindaco a Benevento. Ovvero: libertà di voto e di viaggio concesse con troppa facilità. Io sequestrerei tessera elettorale e passaporto ad una buona metà del paese».

La replica di Mastella è al cianuro: «Che Selvaggia Lucarelli stando al sole della Thailandia, di certo più forte e pericoloso per gli effetti che produce sulle persone, parli male di me è oltremodo accettabile. Ho letto negli anni tante valutazioni cretine, una in più o una in meno lasciano il tempo che trovano, ma è inaccettabile e insopportabile che lei offenda Benevento, la democrazia elettorale e la mia gente. Chiedo all’Ordine dei giornalisti di valutare se esistano condizioni deontologiche superate con incredibile banalità, tali da richiederne l’intervento. Nel frattempo ho dato mandato al mio avvocato di querelare la Lucarelli per tutelare non il mio nome, ma quello della mia città».