Gricignano, fanno irruzione nel cimitero per unire i “resti” della parente defunta

Gricignano, fanno irruzione nel cimitero per unire i “resti” della parente defunta

Fanno irruzione al cimitero di Gricignano d’Aversa per mettere “a posto” i resti della propria cara estinta poche ore prima. Secondo quanto riporta edizionecaserta.it, cinque persone, di cui 3 parenti della scomparsa e 2 operai, sono entrati al camposanto, nella sala mortuaria dove c’era il corpo della defunta, e hanno provato a “unire” le gambe amputate al resto della salma.

Sull’episodio, particolarmente surreale, stanno indagando i carabinieri della Compagnia di Marcianise. I militari dell’Arma provvederanno a denunciare i protagonisti dell’episodio alla Procura della Repubblica di Napoli Nord per vilipendio di tomba.

Ad accorgersi che stesse accadendo qualcosa all’interno del cimitero, una gazzella dei carabinieri della stazione di Gricignano d’Aversa che stava svolgendo verso le 21 un servizio di pattugliamento della zona. Sono stati i militari ad accorgersi che qualcuno aveva violato l’ingresso del camposanto: da lì poi l’incredibile scoperta che ha lasciato i militari dell’Arma a bocca aperta.