Gli strumenti e le opportunità della nuova pac e la gestione del rischio in agricoltura, seminario a Villaricca

Gli strumenti e le opportunità della nuova pac e la gestione del rischio in agricoltura, seminario a Villaricca

Approfondire i  contenuti del Progetto Comunitario INFOPAC volto a presentare con una incisiva campagna informativa le nuove regole di sostegno agli agricoltori e ai territori rurali  per la gestione del rischio e per lo sviluppo dell’impresa agricola.

Questo l’intento del Seminario  “Infopac 2014: Gestire i rischi per sviluppare l’impresa. Gli strumenti e le opportunità nella pac 2014-2020” promosso su iniziativa del Consorzio di difesa antigrandine CE.NA.SA., Coldiretti Campania e dell’Associazione nazionale Consorzi di Difesa (ASNACODI) per mercoledi 3 dicembre 2014 alle 18 nella Sala Teatro della Chiesa San Pasquale Baylon di Corso Italia, 609 a Villaricca.

All’apertura dei lavori del presidente del Consorzio di Difesa CE.NA.SA e di Coldiretti Giugliano, Vincenzo di Nardo e del presidente di Coldiretti Napoli, Emanuele Guardascione, seguiranno gli interventi del direttore di Coldiretti Campania, Simone Ciampoli, del responsabile CAA Coldiretti Campania, Alfonso Carbonelli che relazionerà sulla nuova PAC tra sostenibilità e innovazione in agricoltura, di Francesco Martella del Centro per lo sviluppo agricolo e rurale di Perugia che relazionerà sulla politica di Sviluppo Rurale e le politiche della gestione del rischio e del direttore dell’ASNACODI Giacomo Bertolini che parlerà della rete dei Consorzi di Difesa. Chiuderanno gli interventi del presidente nazionale dell’ASNACODI Albano Agabiti e di Coldiretti Campania Gennarino Masiello.

“L’appuntamento intende dare modo agli imprenditori di poter partecipare ed approfondire le decisioni assunte a livello nazionale e il loro impatto sulle proprie imprese nei prossimi anni” afferma il Direttore Regionale della Coldiretti Campana Simone Ciampoli. “Se è vero che in tutti gli incontri si parla  del nuovo pagamento ecologico (greening), dell’assegnazione dei nuovi titoli d’aiuto, di intervento accoppiato, di agricoltore attivo e delle battaglie che hanno visto Coldiretti a fianco delle imprese agricole, è vero anche che ogni areale ha peculiarità che vanno approfondite con interventi specifici, così da assicurare alle imprese una consulenza mirata ed efficace.”