Giustizia lumaca, torna libero Marino Sessa. Condannato per essere uno dei reggenti del clan Mallardo

Giustizia lumaca, torna libero Marino Sessa. Condannato per essere uno dei reggenti del clan Mallardo

Scarcerato Marino Sessa, considerato dalla  magistratura il reggente del clan Mallardo. Stesso provvedimento per Giuliano Amicone, detto “Giulianiello o’ sicco”, e Michele Di Nardo. Gli ultimi due sono rimasti però in carcere poiché protagonisti di altri processi ancora in corso. Sessa è stato scarcerato per decorrenza dei termini di custodia cautelare.

 

Il reggente era finito in manette lo scorso ottobre era latitante dal 2012 ed era sfuggito alla cattura nell’ambito dell’operazione Lilium. Oltre alla decorrenza dei termini gli avvocati della difesa tra cui Antonio Russo, sollevarono la questione di costituzionalità dinanzi alla Corte Costituzionale perché secondo i legali la norma fu applicata in modo illegittimo agli imputati. Nello stesso processo sono imputati anche Francesco Napolitano, Raffaele Mallardo, detto “scicchirocco”, e Biagio Micillo, tutti accusati di associazione mafiosa, estorsione e traffico di stupefacenti.