Giugliano, via Santa Caterina da Siena: è ancora una discarica a cielo aperto

Giugliano, via Santa Caterina da Siena: è ancora una discarica a cielo aperto

Nonostante i provvedimenti intrapresi dall’amministrazione contro chi scarica rifiuti via Santa Caterina da Siena a Giugliano, nei pressi del ponte dell’asse mediano, continua ad essere una discarica a cielo aperto.

Rifiuti di ogni genere vengono depositate sulla strada sterrata sulla quale sono puntate più telecamere. Pare però che il controllo serrato e la “tolleranza zero” della polizia locale contro i furbi del sacchetto non scoraggino gli incivili.

Abbiamo parlato di sacchetto, ma lo sversamento non si limita solo a qualche busta abbandonata. Si trova un po’ di tutto, carcasse di elettrodomestici, giocattoli, scarto edile, materassi, materiale plastico già bruciato, accessori di macchine e pneumatici. Tutto pronto per innescare un rogo, a poche centinaia di metri dalle abitazioni, dove nelle giornate particolarmente calde arriva l’odore nauseabondo dei rifiuti e i residenti sono talvolta costretti a rintanarsi nelle case per non respirare l’orribile puzza.

Una vera e propria emergenza igienico sanitaria quella di via Santa Caterina. Basta avvicinarsi al cumulo per vedere spuntare topi e insetti di ogni genere, oltre alle immancabili blatte.

Allo sforzo legittimo della polizia locale di combattere il fenomeno individuando gli incivili e sanzionandoli con multe salate, l’amministrazione dovrebbe provvedere alla pulizia periodica dell’area e a un presidio più massiccio della stessa.

Se a Giugliano si è provveduto ad installare le telecamere arginando il fenomeno degli sversamenti, a Melito a poche centinaia di metri dalla metropolitana nord est, il discorso è completamente fuori controllo. I sacchetti vengono depositati ai lati della strada e anche nell’erba della rotatoria al confine tra Giugliano e Melito.

Legittime sono le campagne si sensibilizzazione che sicuramente aiutano a dare una buona spinta verso la civiltà e la difesa dell’ambiente, ma le amministrazioni dovrebbero provvedere con urgenza, soprattutto in estate col caldo forte, a sgomberare le strade nelle aree residenziali dai sacchetti.

di Francesco Mennillo