Giugliano, traffico in tilt. Il sindaco replica: “ZTL è civiltà”

Giugliano, traffico in tilt. Il sindaco replica: “ZTL è civiltà”

A Giugliano, come in tutti i paesi civili, per le festività natalizie il centro storico è e resterà chiuso alle auto. Gli uomini e le donne della Polizia municipale stanno facendo enormi sforzi e sacrifici per provare a fronteggiare i compiti assegnati loro: garantire la sicurezza di tutti e sbrogliare la matassa del traffico.Allo scopo tutti gli uffici sono stati chusi e gli uomini in strada. Per alleggerire i problemi della circolazione in un’area critica e rispondere alle esigenze degli automobilisti che arrivano dalle periferie, è stato aperto il parcheggio gratuito in Piazza Gramsci (alle spalle del I Circolo Didattico), con ingresso da Via Labriola o Piazza Gramsci stessa.

Altri parcheggi (a pagamento) sono disponibili: in zona Piazza Annunziata (Rione De Gasperi); di fronte all’ex ospedale (Corso Campano-Via della Resistenza); in Via Aviere Mario Pirozzi-angolo Via Roma; in Via Aniello Palumbo, nei pressi della Unicredit; in Via Aniello Palumbo, nei pressi del Borgo Meridiano; in Via Biagio Riccio; in Via Cumana; in Via Basile, di fronte all’ospedale. La viabilità già da qualche mese è stata modificata in funzione dell’isola pedonale: invertendo Via Camposcino, che nei giorni di chiusura al traffico può essere percorsa in sostituzione del Corso Campano per chi proviene dalla zona di Aversa-Sant’Antimo-Melito ed è diretto verso Piazza Annunziata, passando per Via Marconi.

Il tratto del Corso Campano tra Via Marconi e Piazza Annunziata è aperto alla circolazione. Riaperta completamente Via Colonne, sta inoltre per essere nuovamente invertita (da stamattina) la circolazione su Via San Vito, che tornerà ad essere percorribile da Piazza San Nicola in direzione di Via Signorelle-Melito. Ulteriori accorgimenti saranno adottati in funzione delle specifiche necessità. In ogni caso, occorre la collaborazione dei cittadini, che in queste giornate frenetiche debbono lasciare a casa l’auto. In cambio di questo piccolo sacrificio, per le strade liberate dalle auto ci sono animatori, giocolieri, acrobati, saltimbanchi, attori in costume d’epoca, trenini, musicisti, comici e tant’altro ancora. Dando a tutti la possibilità di vivere la città.E magari di fare anche un giro in trenino.

Comunicato stampa