Giugliano, stop alle strisce blu: l’affare in mano agli abusivi

Giugliano, stop alle strisce blu: l’affare in mano agli abusivi

Da qualche settimana è sospesa la sosta a pagamento a Giugliano. Appalto scaduto e nuova gara da bandire da parte degli uffici comunali. Ci vorrà qualche mese per ripristinare il servizio delle strisce blu.

Per un po’ si potrà parcheggiare gratis, avrà pensato qualcuno, invece l’affare è passato subito in mano agli abusivi. Con una mentalità imprenditoriale da far invidia, i parcheggiatori pronti a chiedere il solito “caffè” si sono subito impossessati di alcune zone. In particolare quelle che possono essere le più redditizie per la sosta: via Magellano nei pressi dell’ospedale e dell’Asl, dove si sono aggiunti a quelli già presenti sul confine con Villaricca e varie traverse, ed il piazzale della Pro Loco, alle spalle di piazza Annunziata, dove il nuovo ‘padrone’ del piazzale ha messo addirittura una sedia per gestire meglio gli affari. Invece del parchimetro per evitare la multa, dunque, gettoni versati agli abusivi.

Una situazione, quella del pizzo della sosta, sicuramente fastidiosa e difficile da gestire anche per le forze dell’ordine. A Giugliano negli ultimi tempi l’attenzione di contrasto, soprattutto da parte dei carabinieri, si era soffermata in particolare al mercato del giovedì a Campopannone. Con lo stop alle strisce blu, però, il triste fenomeno ora è diffuso anche in altre zone della città.