Giugliano, sorpresi tre pregiudicati con pistola pronta a sparare. Forse sventato un agguato

Giugliano, sorpresi tre pregiudicati con pistola pronta a sparare. Forse sventato un agguato

Giugliano. Clima tesissimo a Giugliano. Dopo l’agguato fallito a Gennaro Catuogno nelle palazzine INA Casa dell’altro ieri, oggi i poliziotti hanno scoperto tre pregiudicati armati, in atteggiamenti sospetti, che sostavano all’interno di una Wolfswagen Polo, in via Domenico Morelli, traversa di via San Vito.

Erano infatti circa le 12 quando un agente residente nel parco ed in servizio ai Decumani di Napoli, insospettito, ha chiesto ai tre di identificarsi. L’agente ha poi avvertito il Commissariato di Giugliano. I poliziotti del locale commissariato, diretti dal primo dirigente Pasquale Trocino, giunti sul posto hanno effettuato dei controlli all’interno del veicolo e nella zona. Nascosta dietro una cabina dell’enel hanno rinvenuto una pistola calibro 9 con matricola abrasa, colpo in canna e 8 proiettili nel caricatore. I tre sono stati arrestati con l’accusa di porto abusivo di arma da fuoco.

Sia l’auto che l’arma sono stati sottoposti a sequestro. I tre non hanno saputo fornire spiegazioni in merito al possesso della pistola. Si tratta Ciccarelli Nicola, Pugliese Vincenzo, Panico Crescenzo, tutti e tre di Giugliano, con precedenti per reati contro la persona e contro il patrimonio. Non si esclude che stessero preparando un agguato. In corso perqusizioni presso le rispettive abitazioni.